Le persone hanno bisogno di muoversi. Devono necessariamente spostarsi per ragioni di lavoro, di studio, per motivi personali. L’autobus ha rappresentato per anni il modo più semplice e comodo per questi spostamenti soprattutto all’interno delle aree urbane e suburbane.

L’autobus rappresenta anche il perno fondamentale e centrale su cui ruotano i progetti di mobilità integrata e di MaaS (Mobility as a Service) per una mobilità sostenibile e condivisa.

Tuttavia, nonostante l’abitudine consolidata degli utenti all’uso dell’autobus, la grande diffusione e distribuzione su tutto il territorio nazionale di aziende pubbliche e private, l’utilizzo dell’autobus in termini percentuali non cresce, anzi in questo periodo gli utilizzatori abituali sono diminuiti e viene utilizzato in estrema razzio solo da chi non ha altre possibili alternative.

Le valutazioni degli utenti riguardano diversi aspetti del servizio, ma l’attenzione maggiore oggi riguarda a differenza del passato, aspetti come la pulizia accurata e la sanificazione, il rispetto dei protocolli di sicurezza, la puntualità, rispetto al costo del servizio e il comfort.

Ma veramente gli utenti hanno abbandonato per sempre il servizio autobus? È veramente un mezzo di trasporto senza prospettive future?

Se ti sentissi più sicuro viaggeresti di più in autobus?”

Le risposte arrivano dagli stessi utenti. Nella nostra indagine è emerso che il 26,4% viaggerebbe certamente, il 34,7 probabilmente di più in autobus se questo fosse percepito maggiormente sicuro. Una percentuale molto alta di utenti che tornerebbe a scegliere il servizio autobus tra le modalità di spostamento abituali.

Quindi diventa importante per gli operatori e le aziende del settore, investire sulle soluzioni che aiutano gli utenti a sentirsi più sicuri a bordo dell’autobus al pari della propria autovettura.

La Mussa & Graziano, consapevole di questa esigenza, propone, attraverso il sistema integrato Healthy Bus Project una soluzione che va incontro ai bisogni degli utenti. Una parete protegge l’autista, filtri e applicazioni consentono di purificare e sanificare l’aria e l’interno dell’autobus in modo costante anche con i passeggeri a bordo.

L’azione della fotocatalisi è in grado, infatti, di eliminare lieviti e muffe origine dei cattivi odori, di neutralizzare i batteri e i virus in circolazione nell’aria e sulle superfici, utilizzare la luce come attivatore che ossida questi elementi con ottimi risultati comprovati dai test di laboratorio certificati.

I passeggeri grazie a Healthy Bus Project avranno un’esperienza di viaggio in autobus del tutto diversa. La percezione reale di viaggiare su un veicolo la cui accurata pulizia e l’aria respirata rassicurerà gli occupanti per tutto il tempo che rimarranno a bordo.

Gli operatori con Healthy Bus Project otterranno la possibilità di: ridurre i tempi di pulizia e sanificazione quotidiana, evitare l’utilizzo di prodotti invasivi e nocivi per la salute, guadagnare una lunga durata del trattamento nel tempo con garanzia di due anni.

Se vuoi saperne di più visita la nostra pagina Healthy Bus Project oppure richiedi maggiori informazioni.